Palazzo Trabia


Fu costruito dal Duca di Camastra alla fine del XVII secolo utilizzando le pertinenze della torre di guardia di Pian del Castellaccio progettata dall’architetto Camillo Camilliani nel 1584. Sito su una naturale e suggestiva terrazza, sorge a 80mt s.l.m.
L’edificio ha subito una serie di rimaneggiamenti, fino ad assumere la fisionomia definitiva nella seconda metà del XIX secolo quando lo stesso era gia divenuto proprietà della famiglia Sergio-Salomone.
La sua pianta presenta un breve risvolto ad L che racchiude un angolo dell’antica corte. Al sua interno troviamo dei pregevoli affreschi sui soffitti e raffinati pavimenti ceramici, frutto dell’estro creativo dei maestri stefanesi.
Nella piazza antistante il palazzo è possibile ammirare la “Fontana dei Leoni”.
La proprietà dell’edificio è stata acquisita dal comune che ha proceduto a minuziosi lavori di restauro. Il 24 Dicembre del 1994 è stato inaugurato dopo anni di lavori, perché diventasse tempio di storia, arte, cultura e tradizione.
Il museo rappresenta la memoria del passato nella riscoperta delle antiche tracce e nello stesso tempo del sapere del presente, e ospita la mostra permanente delle ceramiche.