Chiesa del Calvario


Chiesa sacramentale non appartenente alla parrocchia, ma di proprietÓ della famiglia Sergio. Sorta agli inizi dell'800 al posto della chiesetta che costituiva la cappella del Convento dei Padri Cappucccini (oggi demolito), venne ricostruita per iniziativa dell'allora arciprete di S.Stefano mons. Giovanni Sergio, divenuto successivamente vescovo della Diocesi di Cefal¨. Si tratta di una chiesa ad unica navata a suo tempo consacrata come Chiesa della Madonna dei Sette Dolori e popolarmente conosciuta come Chiesa del Calvario. Per la sua particolare posizione che la collocava ben al di fuori dell'antico centro urbano, venne utilizzata soprattutto come deposito funerario. Tutto il suo sottosuolo era adibito a cripta, andata perduta a causa di un incendio nel 1972. Oggi la Chiesa, dopo aver subito forti danni a causa del maltempo e dello stato di abbandono, Ŕ stata sottoposta ad interventi di restauro e consolidamento. Nel 1992 Ŕ stata dichiarata con Decreto dell'assessorato Regionale BB.CC.AA. bene di particolare interesse storico-artistico.